Proroga spesometro ed esterometro, atteso il decreto ufficiale

25 Feb, 2019

Proroga spesometro ed esterometro, atteso il decreto ufficiale

Decreto “fantasma” quello per la proroga di spesometro ed esterometro: il DPCM che renderà ufficiale il rinvio della scadenza del 28 febbraio 2019 non è ancora stato pubblicato e ad oggi lo spostamento degli adempimenti al 30 aprile resta un annuncio.

25 FEBBRAIO 2019

Proroga ancora senza decreto per spesometro ed esterometro.

Oggi, a tre giorni dalla scadenza del 28 febbraio 2019, non si segnalano novità sul DPCM che dovrà rendere ufficiale il rinvio al 30 aprile del termine per l’invio.

Le notizie in merito al rinvio dei due adempimenti si limitano oggi ad un semplice annuncio del Sottosegretario al MEF Massimo Bitonci e, il fatto che non sia ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto (DPCM) di proroga di spesometro ed esterometro, preoccupa e non poco.

L’opinione diffusa è che la proroga al 30 aprile sia ormai ufficiale, ma il ritardo nella pubblicazione del decreto del MEF lascia interdetti contribuenti e loro intermediari. Di fatto, è bene sottolineare, fin quando non vi sarà la conferma ufficiale del rinvio il termine da rispettare resta quello del 28 febbraio.

In molti, nonostante la conferma di Bitonci, stanno effettuando l’invio dell’ultimo spesometro e del primo esterometro entro il 28 febbraio 2019. Fiduciosi ma non troppo, insomma.

Quando sarà pubblicato il DPCM con la proroga delle due comunicazioni? Novità potrebbero arrivare nella serata di oggi, 25 febbraio, con la pubblicazione della Gazzetta Ufficiale.

Proroga spesometro ed esterometro, atteso il decreto ufficiale

In attesa di novità e della pubblicazione del decreto relativo alla proroga dello spesometro e dell’esterometro, ricordiamo che ad annunciare il rinvio della scadenza dal 28 febbraio al 30 aprile 2019 è stato il Sottosegretario al MEF Massimo Bitonci, in chiusura del tavolo tecnico tenutosi 13 febbraio per affrontare le criticità che derivanti dall’accavallarsi delle scadenze fiscali del mese.

La richiesta di un DPCM che rinviasse le scadenze fiscali del 28 febbraio 2019era arrivata da più fronti, a causa dell’accavallarsi di una serie di importanti adempimenti fiscali nella stessa giornata e visto il caos generato dalla fatturazione elettronica.

Il nuovo obbligo in vigore dal 1° gennaio 2019 ha monopolizzato le attività di contribuenti e loro intermediari, rendendo di fatto impossibile procedere in maniera lineare per l’esecuzione degli adempimenti fiscali del periodo.

Proprio per questo, a seguito delle richieste dei commercialisti, il Governo si è dichiarato intenzionato a prorogare al 30 aprile due degli adempimenti più importanti del mese la cui scadenza era fissata al 28 febbraio: spesometro ed esterometro.

Confermata, invece, la scadenza per l’invio delle Lipe del IV trimestre 2018, fissata sempre al 28 febbraio 2019.

DPCM proroga spesometro ed esterometro, caos e incertezza

Il fatto che non sia ancora stato pubblicato il DPCM contenente la proroga ufficiale dello spesometro e dell’esterometro è uno dei motivi per i quali due La nostra Associazione di categoria Casartigiani Padova e Polesine e la rete di Associazioni Veneto Eccellenze, hanno avviato la procedura formale per lo sciopero di categoria in attesa di una conferma di ciò che il Vice Ministro Bitonci ci aveva garantito più di una settimana fa.

È inaccettabile che a tre giorni dalla data di scadenza, il 28 febbraio per l’appunto, la proroga resti soltanto un annuncio e che non sia stata formalizzata mediante decreto.

La pubblicazione del DPCM in Gazzetta Ufficiale in tempi brevi è un atto dovuto nei confronti dei professionisti e dei contribuenti, che necessitano delle dovute certezze.

Ad oggi, in attesa di novità, la scadenza ufficiale per l’invio dello spesometro del secondo semestre 2018 e del primo esterometro resta quella del 28 febbraio 2019. Quanto ancora bisognerà aspettare per l’ufficialità del rinvio?

Il Direttore Generale Rete di Veneto Eccellenze