Fattura elettronica ed esterometro: invio Intrastat ancora obbligatorio?

8 Feb, 2019

Fattura elettronica ed esterometro: invio Intrastat ancora obbligatorio?

h2>Fattura elettronica ed esterometro per le operazioni estere: è obbligatorio anche l’invio degli elenchi Intrastat? Ecco le regole in vigore dal 2019 e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Fattura elettronica, ancora obbligatorio l’invio degli elenchi Intrastat nel 2019? Il nuovo esterometro mensile per le operazioni da e verso l’estero non ha abolito gli elenchi Intra, con il risultato che i due adempimenti vanno a “sovrapporsi”.

L’obbligo di invio degli elenchi Intrastat per le operazioni estere “sopravvissuto” alla fatturazione elettronica è stato oggetto di uno dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate nel corso del convegno organizzato dal CNDCEC il 15 gennaio e che Money.it ha seguito in diretta.

Per le operazioni estere non è previsto l’obbligo di fatturazione elettronica ma la trasmissione dei dati relativi alle operazioni da o verso l’estero dovrà essere effettuata mediante l’esterometro.

Si tratta della nuova comunicazione mensile dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, disciplinata dall’articolo 1 comma 3-bis del decreto legislativo numero 127/2015.

Fattura elettronica ed esterometro: invio Intrastat ancora obbligatorio?

Nonostante l’avvento della fatturazione elettronica (e del nuovo esterometro per le operazioni estere), resta l’obbligo di trasmissione degli elenchi Intrastat.

A fornire chiarimenti in merito è stata l’Agenzia delle Entrate che durante il convegno del 15 gennaio, oltre a fare un bilancio dei primi giorni dall’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica, ha toccato con mano i dubbi operativi di milioni di titolari di partita IVA.

L’invio dell’esterometro mensile e degli elenchi Intrastat restano due obblighi separati ed ambedue in vita: la normativa che ha regolato l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica non ha accorpato i due adempimenti, nonostante si tratti di una duplicazione di dati pressoché identici.

Per quanto riguarda l’esterometro, rimandando alla guida dedicata per tutti i dettagli operativi, sarà possibile evitare l’invio della comunicazione mensile soltanto nel caso di trasmissione (facoltativa) delle fatture elettroniche.

Anche in tal caso tuttavia resta l’obbligo di invio dell’esterometro per le fatture ricevute.

Nulla cambia invece in merito agli obblighi Intrastat. Quindi, sia nel caso di invio dell’esterometro che di opzione per le fatture elettroniche verso l’estero la duplicazione di adempimenti sarà inevitabile.

Esterometro e intrastat, possibile l’unificazione degli adempimenti

Tra i prossimi passi necessari per semplificare il sistema degli adempimenti legati alla fatturazione elettronica vi è senza dubbio l’unificazione di Intrastat ed esterometro.

Ad auspicare un intervento in tal senso è stato anche il responsabile Ufficio Applicativi – Divisione Servizi dell’Agenzia delle Entrate Carmelo Piancaldini.

Sarà necessario attendere e monitorare gli interventi legislativi dei prossimi mesi per una risposta in tal senso, sperando che il confronto tra Agenzia delle Entrate, Legislatore, imprese e professionisti sia in grado di raggiungere l’agognato obiettivo di semplificazione.

 

Il Direttore Generale rete Veneto Eccellenze