320 milioni dalla Nuova Sabatini. L’intervento di Maurizio Ebano

23 Apr, 2018

320 milioni dalla Nuova Sabatini. L’intervento di Maurizio Ebano

 

INFORMATIVA

Oggetto: 320 milioni dalla Nuova Sabatini. L’intervento di Maurizio Ebano

 

 

 

 

Maurizio Ebano, Direttore Generale di Rete Veneto Eccellenze – Casartigiani Padova, Polesine e SNA Trasporto interviene sulla questione dell’annuncio del Mise di 320 milioni di euro dalla Nuova Sabatini per le imprese.  «Questo incentivo è nato per promuovere lo sviluppo dell’Industry 4.0 nel nostro Paese e ha come scopo principale quello di agevolare le Pmi e le microimprese nell’adozione di hardware e software. Accelerare il percorso verso la trasformazione digitale, conciliando le specificità del nostro Made in Italy con le opportunità digitali, è uno dei nostri obiettivi. In che modo? Affiancando le aziende nel proprio personale percorso evolutivo, facendo cogliere tutte le opportunità, ridisegnando e ottimizzando i processi interni e verso il mercato e recuperando produttività e competitività. Gli incentivi del MISE rappresentano un’occasione che le aziende non devono lasciarsi sfuggire: treni come questi non passano due volte. Innovare significa accrescere business e redditività delle aziende».

 

 

 

In pratica il Ministero dello Sviluppo Economico ha dichiarato che su uno stanziamento complessivo di 1,27 miliardi di euro, sono state effettuate prenotazioni per 953 milioni di euro circa. Ci sono risorse disponibili che devono essere utilizzate entro il 31/12/2018. Sono quindi ancora disponibili per le imprese e le industrie nazionali circa 320 milioni di euro da investire in macchine, attrezzature, impianti e beni strumentali.

 

 

«È questo che è emerso all’interno del consuntivo relativo alla misura chiamata “Nuova Sabatini”, aggiornato al 30 marzo: su uno stanziamento complessivo di 1,27 miliardi di euro, sono state infatti effettuate prenotazioni per 953 milioni di euro circa. C’è ancora a disposizione circa il 25% delle risorse disponibili, che devono essere utilizzate entro il 31/12/2018» continua Ebano «perché il MISE, con la misura “Beni strumentali”, ha l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese italiane, sostenendo gli investimenti che rispecchino particolari requisiti: possono beneficiare dell’agevolazione le imprese di tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione delle attività finanziarie e assicurative e di quelle connesse all’esportazione. La misura è rivolta alle imprese che intendono acquistare, anche in leasing, macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, software e tecnologie digitali. L’agevolazione consiste, nello specifico, in finanziamenti agevolati, per i quali è possibile beneficiare della copertura del Fondo di garanzia per le PMI e in un contributo sugli interessi erogato dal MISE». Ebano chiude poi con un appello. «La Rete Veneto Eccellenze – Casartigiani Padova, Polesine e SNA Trasporto sono già a conoscenza di tutte le procedure e modi per aiutare le nostre imprese a “entrare” nel gioco. Ci mettiamo a loro disposizione per dare suggerimenti, consigli e supporto a chi, finalmente, vuole migliorarsi e crescere».

Per Rete Veneto Eccellenze – Casartigiani Padova, Polesine e SNA Trasporto

L’Ufficio Stampa